La mia vita come in un film di Wes. Non chiedo altro.

"The French Dispatch" in uscita nelle sale il 24 Luglio 2020. Quando credi nel destino.

La mia vita come in un film di Wes. Non chiedo altro.
Personaggi outsider pieni di stile. Battute serrate e lunghi silenzi.
Musica, colori decisi e storie di vite complicate danzano insieme in un walzer che rende il lavoro finale dannatamente complesso e allo stesso tempo magnificamente semplice.
Ogni scena come una foto meticolosamente curata con linee regolari e simmetriche.
Ogni dettaglio non è mai lasciato al caso.
Il giallo de “il treno per il Darjeeling”, il blu e il rosso di Zissou, il rosa di “Grand Budapest Hotel”.
Il bacio di Suzy e Sam, la pelliccia e la malinconia di Margot, il Courtesan au Chocolat di Mendl’s.
Il bambino appassionato di cinema e teatro esce fuori in ogni istante dei suoi film.

Wes Anderson è Il Re Mida dell’orginalità.
Qualsiasi cosa passi tra le sue sapienti mani diventa unica ed inimitabile.
Una firma riconoscibile del suo estro e del suo mondo.
La sua non è semplice direzione ma pura poesia cinematografica.
Il tutto contornato dagli stessi attori. Lo stesso gruppo di persone fidate che credono fermamente nel regista e nell’uomo. Non solo colleghi ma prima di tutto amici che creano un clima di serenità e fermento creativo in un continuo scambio di idee.

Tra qualche mese uscirà l’ultima opera del regista texano “The French Dispatch” e già dal trailer, da vera groopie del genere, ho adorato ogni singolo fotogramma, con un cast di celebrieties tra cui Timothée Chalamet (il mio poster nella cameretta se avessi 15 anni di meno. Dannato tempo tiranno).

Il film è una lettera d’amore per i giornalisti ambientata in un avamposto di un giornale americano in una città immaginaria del XX secolo francese e dà vita a una raccolta di storie pubblicate sulla rivista The French Dispatch

Wes Anderson

La mia storia d’amore ha come sfondo i suoi film.
Mi sono innamorata del mio lui e del mondo andersoniano contemporaneamente.
Ora non potrei fare a meno di entrambi.
L’uscita del film è prevista il giorno del mio compleanno: il 24 Luglio 2020.
Lo prendo come un regalo. Ora sapete dove festeggerò. Se non avete mai visto i suoi film, dopo aver meditato qualche minuto sulla scelta sbagliatissima di non includerlo nella vostra vita, potete recuperare vedendo tutti i suoi lungometraggi.
Questa è la mia personalissima top 6 (Non in ordine di classifica perche nel provare a farlo ho rischiato un pianto isterico).

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Latest from Cotton Candy Land

MODA GENDER FLUID

Veniamo sempre giudicati dal modo in cui ci vestiamo. La nostra cultura condiziona le nostre scelte