GIMME FIVE: i miei 5 film sugli amori destinati.

Ovvero amori, citando Antonellone Venditti, che "fanno dei giri immensi e poi ritornano" .

Non amo le rose rosse, i peluche e il San Valentino. Mi sembrava giusto premetterlo in un post dedicato al romanticismo. Ho la mia visione molto personale di cosa si può definire romantico.

La domenica mattina per me è romantica. I bigliettini scritti a mano. I toast doppio formaggio per merenda, un monolocale che diventerà un castello e il rincorrersi per poi trovarsi sempre.

Mi piacciono quegli amori che alla fine ce la fanno. Quelli che non seguono un filo logico poichè logica e amore non seguono le stesse regole.
Quelli senza tappe stabilite ma tanti sogni progettati.
Gli amori su polaroid sempre sfocate.

Proprio per questo i 5 film che ho scelto tra gli infiniti meravigliosi visti, rispecchiano la mia visione di amore e di destini destinati.

Il favoloso mondo di Amélie:
Potrei inserirlo anche nella lista dei miei 5 film del cuore. Pellicola del 2001 scritta e diretta da Jean-Pierre Jeunet ed interpretato dalla deliziosa Audrey Tautou.
Un caschetto diventato iconico. La riscoperta del piacere nelle piccole cose come rompere la crosticina della crème brulèe. Due anime sole destinate a non esserlo più. Delicato, colorato, poetico. Se amate quelle atmosfere tipicamente parigine e gli amori fuori dal comune voilà il film perfetto. Lo trovate su AMAZON PRIME VIDEO.

Amélie sente di essere in totale armonia con sè stessa. In quell’istante tutto è perfetto. La mitezza del giorno, quel profumo nell’aria, il rumore tranquillo della città. Inspira profondamente e la vita le appare semplice e limpida.

IL FAVOLOSO MONDO DI AMELIE

Se mi lasci ti cancello:
Purtroppo da me snobbato per tanti anni a causa di quella voglia matta tutta italiana di tradurre i titoli dei film stranieri storpiando totalmente il significato originale della pellicola, facendolo diventare il titolo perfetto per un film di Adam Sandler.
Ecco “eternal sunshine of the spotless mind” tutto è tranne che una commedia demenziale.
E’ un dramedy meraviglioso del 2004 diretto da Michel Godry con Jim Carrey e Kate Winslet che tratta il difficile tema di un amore apparentemente al capolinea.
Quelli da elettrocardiogramma piatto che quasi mai si salvano.
E quando finisce una storia forse la parte più difficile è convivere con i ricordi che ci ha lasciato: quelli brutti che portano sempre una gran rabbia e quelli belli che fanno sanguinare il cuore.
Dimenticare sembra la cura a tutto il male, la soluzione più facile e logica.
Ma questo film dimostra che logica e amore non si completano e che in fondo non c’è cura all’amore. Lo trovate su NETFLIX.

Troppi uomini pensano che io sia un’idea o che possa completarli o che possa riuscire a ridargli la vita. Ma io sono solo una ragazza incasinata che cerca la sua pace mentale; non farmi carico della tua.

SE MI LASCI TI CANCELLO

Colazione da Tiffany:
Andrebbe visto anche solo per l’infinita bellezza di Audrey Hepburn e dei sui tubini neri di Givenchy qui al loro massimo splendore.
Ma oltre ad essere bella bella in modo assurdo lei, lo è anche il film.
Ovviamente chi ha letto il romanzo originale da cui è tratto il film di Truman Capote dirà che il libro è imbattibile (questo vale nel 90% dei casi film/libro – Harry Potter insegna) ma per una volta lasciatemi essere popular.
Tutte le donne amano Colazione da Tiffany e banalmente io sono una di loro.
Tutte siamo sia Holly Golightly che Lulamae. A prima vista ciniche ma in fondo terribilmente fragili. Tutte desideriamo qualcuno che ci tiri fuori dalla gabbia di paure che ci siamo costruite. Tutti con la voglia di appartenersi e di dare il giusto nome alle cose. Anche al gatto. Lo trovate su NETFLIX.

Se io trovassi un posto a questo mondo che mi facesse sentire come da Tiffany, comprerei i mobili e darei al gatto un nome!

COLAZIONE DA TIFFANY

I ponti di Madison County:
Ero indecisa se inserire questo film nell’articolo dedicato ai film romantici o in quelli da record di clinex utilizzati per le infinite lacrime versate.
Ma ho deciso di andare oltre la tristezza. Oltre lo spazio e il tempo pensando che non esiste pensiero più dolce di un amore che sopravvive a tutto. Anche alla morte.
Film del 1995 diretto ed interpretato da Clint Eastwood insieme alla sublime e insuperabile Meryl Streep (vabbè trovatemene una più brava, su).
Sarà che la protagonista si chiama Francesca. Sarà che l’affascinante Clint interpreta un fotografo freelance, ma sono molto affezionata a questa storia.
Non è il classico lieto fine. Non è il classico film alla Eastwood. Parla di quotidianità senza essere banale. Parla di una passione matura senza risultare vecchio, parla di amore viscerale, totale e del grande bivio che attanaglia ogni essere umano: la scelta giusta tra dovere e volere. Lo trovate su INFINITY TV e SKY.

Alla mia famiglia ho dato tutta me stessa, a Robert voglio dare quello che resta di me.

I PONTI DI MADISON COUNTY

Harry ti presento Sally:
Per me il film con la dichiarazione d’amore più bella di tutti i tempi.
Amo alla follia questa pellicola da sempre. Un film semplice. Tutti possiamo ritrovarci in Harry o in Sally.
Nessuna famiglia a bloccare questo amore, nessuna malattia, tragedia o disastro nucleare.
Sono semplicemente due persone che si conoscono e non si innamorano subito. Negli anni vivono la loro vita, fatta di scelta giuste e sbagliate e si ritrovano. E si vogliono bene. Diventano complici. E senza rendersene conto diventano indispensabili l’uno per l’altra.
Ironico, romantico ma mai sdolcinato. Un cult movie assolutamente da non perdere. Lo trovate su NOW TV e NETFLIX.

Un matrimonio non finisce mai solo per un’infedeltà: quello è un sintomo che qualcos’altro non va.

Ah sì? Be’, quel sintomo si scopa mia moglie.

HARRY TI PRESENTO SALLY

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Latest from Cotton Candy Land

MODA GENDER FLUID

Veniamo sempre giudicati dal modo in cui ci vestiamo. La nostra cultura condiziona le nostre scelte