//

Ti sei lavata il viso?

Mia mamma me lo chiedeva sempre mentre mi accompagnava a scuola da bambina, mai mi sarei aspettata che qualche anno dopo avrei iniziato a chiederlo io alle mie amiche disperate per le imperfezioni sul viso: “ti sei lavata la faccia? Ma come la lavi?”.

Appassionandomi di skincare ho imparato che la detersione è il passaggio fondamentale, per migliorare la pelle del nostro viso dobbiamo imparare in primis a pulirla al meglio.
Quindi, come ci si lava la faccia? Non troppo e non troppo poco, in media stat virtus.
Come fate a capire qual è il modo giusto?
Innanzitutto, dovreste provare a capire che tipo di pelle avete: normale, secca, grassa, mista, asfittica, sensibile?
Potete provare a capirlo da sole, non è difficile per le situazioni più nette ma se siete indecise vi consiglio di recarvi da una professionista e farvi fare l’analisi della pelle (in molte boutique come Kiehl’s o Caudalie è un servizio gratuito di cui potete usufruire!).

Acqua micellare, latte detergente, olio in gel, olio naturale, mousse detergenti, burri, cosa scegliere? Una volta capita la vostra tipologia di pelle dovreste sapere che si può lavare in due modi:per affinità e per contrasto.

L’affinità è sostanzialmente un po’ come quando da bambini sentivamo nella pubblicità di Rocchetta lo slogan “l’acqua che elimina l’acqua” così succede anche con il sebo, usando un olio, che ha una consistenza più affine al sebo, vi aiuterà a sciogliere ed eliminare le impurità che avete raccolto sulla pelle durante la giornata; questo metodo è generalmente consigliato per le pelli secche o per le pelli più sensibili, scegliete un qualsiasi detergente oleoso e strofinatevelo lentamente sul viso facendo dei movimenti circolari per poi sciacquarlo. Lo sentite il sebo che se ne va? Io mentre scrivo lo sto immaginando e mi pare un momento super rilassante.I miei consigli:
Dior, Milk to oil o Eterea cleanser

Il contrasto invece consiste nel lavaggio con un prodotto che contenendo tensioattivi vi toglie l’eccesso di sebo, un po’ come il sapone sulle mani quando rientrate a casa
(ma non il sapone perché per il viso è troppo aggressivo mi raccomando!) Questa seconda modalità è consigliata per le pelli grasse o miste, utilizzando questo metodo vi basterà utilizzare un detergente in gel o in mousse per avere una pelle detersa e pronta per la skincare. I miei consigli:
Vichy gel (per pelli sensibili) o Caudalie Vinopure gel.

Infine, per le indecise croniche come me, esiste la doppia detersione, una volta che la proverete non la abbandonerete mai più.
La doppia detersione è l’insieme di affinità e contrasto, vi struccate con un olio e lo togliete con un detergente o con un pad in cotone inumidito (riutilizzabile, mi raccomando “there’s not planet B”).

Vi posso assicurare che da quando ho scoperto la doppia detersione la mia pelle è cambiata, sciolgo il trucco e il sebo con uno struccante in olio, o con un olio vero e proprio come quello di mandorle, e poi lo lavo via con un detergente, la mia formula preferita è la mousse ma spesso ho utilizzato gel molto validi con cui mi sono trovata bene.

La mia pelle dopo la doppia detersione è pulita ma non secca, il compromesso perfetto, mi da la stessa soddisfazione di quando sono riuscita a cucinare la torta di mele perfetta, né troppo morbida né troppo secca. Un sogno!

I miei consigli:
Veralab, Olio in gel o Clinique, Burro struccante

Biofficina Toscana, mousse detergente o Caudalie, mousse detergente

Attenzione però, non tutti i detergenti sono formulati per tutti i tipi di pelle, ma tornando a quanto detto inizialmente sono sicura che dopo che avrete scoperto la vostra tipologia di pelle saprete districarvi al meglio all’interno dei beauty shop.
Nel caso in cui stiate soffrendo della celeberrima “Maskne” provate la doppia detersione utilizzando un detergente delicato come secondo step, siate clementi con la vostra pelle.

Infine, qualunque sia il vostro metodo preferito l’importante è che vi doni pulizia e comfort al viso; comfort vuol dire che dopo la skincare dovreste sentire migliorata la vostra pelle ma soprattutto il vostro umore, è un momento della giornata che dedicate a voi stessi e non c’è scelta migliore che si possa fare.

PS: Se potete, evitate le salviettine struccanti, non puliscono davvero la pelle come sembra.

Sending Hugs, Giorgia

@giorgiapetro

Beauty Contributor per COTTON CANDY LAND

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Latest from Cotton Candy Land

MODA GENDER FLUID

Veniamo sempre giudicati dal modo in cui ci vestiamo. La nostra cultura condiziona le nostre scelte